Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

CALCIOMERCATO – I mesi della discordia: Napoli, Milan, Juve, Roma con tante incertezze

Sembra sorridere soltanto l’Inter che vuole rinforzare l’attacco, probabilmente sacrificando Skriniar

Giugno e luglio sono da sempre i mesi della discordia più che evidenti in casa Napoli, in casa Milan, in casa Juve, in casa Roma

Con la conclusione del campionato vengono fuori i tanti problemi messi un po’ sotto il tappeto come polvere: i problemi di bilancio condizionano il mercato ma gli allenatori bussano alla porta dei presidenti cercando di far sentire la propria voce per mettere in campo una squadra che tuteli il bilancio.

IN CASA NAPOLI – Luciano Spalletti è arrivato a Napoli, direttamente a Dimaro lo scorso anno con l’unico scopo di mantenere la rosa in organico. Ed ha avuto ragione lui se ha guidato una squadra che ha lottato sempre ai vertici della classifica fino a “rischiare” di vincere lo scudetto.

Quest’anno è tutta un’altra musica e si capirà a Ferragosto e ancor più il primo settembre se si riterrà soddisfatto del Napoli che guiderà.   Al momento nessuno può applaudire o criticare perché a fronte di alcune importanti certezze, (Cuarascelia e Olivera)  ancora troppi sono i nodi da sciogliere. Mertens sembra oramai un ricordo, felice, ma pur sempre un ricordo con le due parti che non si parlano dopo l’ultima mail di risposta al belga. Fabian Ruiz viene indicato da molti come colui che sarà punito come Milik che puntò i piedi in terra dopo aver ricevuto, appena operato, un rinnovo di contratto sontuoso. Diversamente, Fabian Ruiz, giocatore d’altri tempi per classe ed eleganza, è quello che ha dovuto accettare un contratto ai minimi termini (per il mondo del calcio) senza mai creare problemi di spogliatoio.   Resta il problema “portieri” su cui Spalletti è stato chiarissimo e, infine ma “ primario”, l’incertezza del comandante Koulibaly.

IN CASA JUVE – Tutti i siti bianconeri  attaccano la politica societaria che di fatto tiene fermo  il mercato anche a causa di problemi di bilancio, con un Allegri che non gode della fiducia totale  dei tifosi che avrebbero magari anche gradito un passaggio del tecnico al PSG.  L’unica certezza di mercato è Pogba che arriverà in una squadra che dallo scorso anno cerca di alleggerire la rosa senza riuscirci.

IN CASA MILAN – La questione contratto di Maldini e Massara in una situaione di stallo per troppi giorni ha rallentato tutte le operazioni , ma in tarda serata MilanNews.it, ha annunciato che i due direttori firmeranno nei prossimi giorni e, stando alle indiscrezioni, si legheranno al club con un contratto biennale con opzione di rinnovo per il terzo anno. Intanto Renato Sanches che era l’operazione mercato più importante sembra destinato a vestire la maglia del PSG.

IN CASA INTER- Qui le cose vanno a gonfie vele fino a far dire ai bianconeri di invidiare il club che ha Marotta a dirigere l’orchestra. Sfuggito lo scudetto sul filo di lana, l’Inter vuole attrezzarsi per la doppia (o tripla) competizione e i rinforzi che potranno arrivare saranno determinanti. Skriniar o anche Lautaro potrebbero essere i sacrificati a fronte però di una montagna di soldi che andrebbero a riequilibrare  il rosso di bilancio.

IN CASA ROMA –  Scoppia il gelo per il caso Zaniolo che vede il suo futuro lontano da Roma, magari in bianconero; e scoppia anche il caso Abraham per il quale Mourinho ha fatto le barricate dicendo: “non si vende”

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide