Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Beppe Marotta: “E’ bene limitare il più possibile gli impegni delle Nazionali” 

Dopo l’appello di De Laurentiis per rinviare la sosta delle Nazionali, anche Beppe Marotta dichiara: “Noi ci opporremo in maniera ferma”.

Circa dieci giorni fa Aurelio De Laurentiis chiedeva all’UEFA di valutare la possibilità di rinviare la sosta per le Nazionali prevista domenica 15 novembre. Nelle ultime ore si è aggiunta anche la voce di Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter che ha preso posizione contro le imminenti qualificazioni delle Nazionali, che possono mettere a rischio la salute dei calciatori. L’ultima sosta, ad ottobre, già ha provocato un aumento di infortuni e di positivi, e oggi che la curva di contagio è sempre in salita, è doveroso ridurre al minimo i rischi. E il dirigente interista, a questo proposito, prima della gara con il Parma, ha dichiarato:L’ultima metà della scorsa stagione è stata decisamente anomala, ma abbiamo fatto il possibile per portarla a termine ,ma quella attuale lo è ancora di più. Oltre ai consueti infortuni, infatti, ci sono giocatori che all’ultimo sono costretti a saltare le gare a causa del Covid. Proprio per evitare che il problema diventi ancora più grave, sarebbe bene limitare il più possibile gli impegni delle Nazionali.  Noi ci opporremo in maniera ferma , non accetteremo mezze misure. Vogliamo far valere in maniera ferma il nostro pensiero. Sino convinto che anche le Federazioni debbano appoggiarci. Tutti i giocatori devono essere protetti visto quello che stiamo vivendo e questo è sicuramente un primo passo”.

E, ricordando quanto aveva già manifestato De Laurentiis e in generale gli altri presidenti di club, ha concluso: “Non è certamente un pensiero solo mio, ma che hanno anche altri dirigenti. Non voglio fare polemica, ma ora è quanto mai fondamentale che i giocatori siano nelle condizioni di rispondere alle convocazioni.  Ora sarebbe importante che restino a casa. Una soluzione che permetterebbe di rispettare gli interessi di tutti”.

In casa Napoli, Carlo Alvino, giornalista di radio Kiss Kiss, ha scritto in proposito un post: Il Napoli potrebbe opporsi a mandare i giocatori in Nazionale: Aumentano i contagi da Covid 19 e cresce l’inquietudine in casa Napoli in vista della prossima sosta per le nazionali, in programma il 15 novembre. I consulenti legali del club sono da giorni al lavoro per cercare di evitare le convocazioni dei tesserati azzurri. Stante la preoccupante situazione sanitaria, per il club è assolutamente necessario evitare che i calciatori possano aggregarsi alle rispettive nazionali, così da evitare altri rischi di contagio.”

E saranno giorni di fuoco tra i virologi, i presidenti di club, il presidente dell’UEFA e il ct della Nazionale italiana Roberto Mancini che alla vigilia della partita dell’Italia con la Moldavia ebbe

il buon gusto di pubblicare una vignetta che avrà fatto felici i negazionisti del Covid-19, pubblicata sul proprio profilo Instagram, in cui si vede un paziente malato di Covid che, rispondendo ad una domanda sull’origine del contagio, risponde di averlo preso guardando troppi telegiornali.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide