Seguici su
1606814839090918

Champions League

Barcellona-Napoli, la partita di andata

Il Napoli può fare la storia contro il Barcellona: sarebbero i primi quarti di Champions per gli azzurri. Riviviamo la partita d’andata, che ha dato indicazioni positive

25 febbraio: in Italia vengono segnalati i primi casi di coronavirus, mentre al San Paolo si giocava Napoli-Barcellona. Da quel giorno di febbraio, sono passati 6 mesi. 6 mesi fatti di lockdown, allenamenti individuali ed un campionato da portare a termine giocando ogni tre giorni. Una situazione inedita per il mondo del calcio, ancora di più per una competizione europea. Fare paragoni con la partita di andata avrebbe poco senso: le due squadre sono, adesso, in condizioni decisamente diverse.

Però qualche indicazione dalla partita di andata si può comunque ottenere. Il Napoli di Gattuso, al suo primo vero exploit, seppe impostare un’eccellente partita di contenimento. Al triplice fischio, il Barcellona poteva contare sul 65% del possesso. Ma i catalani si erano resi pericolosi solo in occasione del gol, mentre gli azzurri avrebbero potuto vincerla in almeno un paio di occasioni.

Il copione, al netto delle differenze dell’andata, dovrebbe essere lo stesso. D’altronde, è una partita congeniale al gioco degli azzurri, che hanno offerto prestazioni di carattere in partite difensive (come contro Inter e Juventus in Coppa Italia). Servirà cinismo ed esperienza. E sfruttare le mancanze degli avversari: Vidal e Busquets non saranno della partita. Di certo, per il Barcellona è la partita dell’anno: dopo aver perso la Liga, Messi ha subito iniziato a caricare i compagni.

Collaboratore

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Champions League

rfwbs-slide