Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Balotelli-Brescia, siamo ai saluti. Cellino: “Un errore acquistarlo”

Ai titoli di coda l’avventura di Balotelli nella sua città d’adozione

Si profila all’orizzonte un’altra bocciatura, l’ennesima, per Mario Balotelli. Il feeling non è sbocciato tra il club della sua città d’adozione e Super Mario, ed ora il vulcanico presidente Cellino sembra averne abbastanza.

La proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’assenza ingiustificata del calciatore ad un allenamento previsto qualche giorno fa. Cellino aveva allora dichiarato ai microfoni della BBC che “era stato un errore acquistarlo”. “Il problema è che non si presenta agli allenamenti, diciamo che non sembra molto interessato al futuro del club – ha rincarato la dose il patron – Balotelli ha un contratto per la Serie A, ma non per la B. Per cui se dovessimo retrocedere sarà svincolato, libero. E l’impressione è che non gli piaccia più stare in Italia. Penso che abbiamo commesso entrambi un errore. Io pensavo che portarlo a Brescia, che è la sua città, lo avrebbe stimolato e spinto ad impegnarsi molto. Al tempo stesso penso che sia stato gestito male dall’allenatore precedente (Corini, ndr)”.

Nella giornata di ieri, è sfumato il possibile incontro pacificatore tra i due. L’attaccante si è presentato alla sede del club, ma non sarebbe stato ricevuto da Cellino. Dopo soli 5 gol in 19 presenze con le Rondinelle, sembra già ai titoli di coda il rientro a casa di Balotelli.

LEGGI ANCHE:

Rapporti Juventus FIGC, la Procura di Roma indaga

Mancini propone: “La Nazionale a Milano e Bergamo per onorare i morti del Coronavirus”

Si ricomincia, il Napoli in piena corsa su tre fronti

Collaboratore

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide