Seguici su
1606814839090918

Commento alla partita

Bakayoko all’89’ salva un Napoli che si fa male da solo contro l’Udinese

Rigore di Insigne, poi torna il buio per tutta la partita: solo un gol su palla inattiva nel finale regala la vittoria contro i friulani

UDINESE-NAPOLI 1-2 (15′ rig Insigne; 27′ Lasagna; 90′ Bakayoko)

Il Napoli ormai rivede costantemente i fantasmi di un anno fa: posizione di classifica non entusiasmante, squadra in confusione, ansia crescente nei giocatori. L’approccio alla partita è quello giusto, poi un errore di Rrahmani- giocatore mai schierato da titolare e abituato a giocare nel Verona con la difesa a tre- manda in tilt gli azzurri; il kosovaro, in evidente confusione dopo l’errore, viene sostituito nell’intervallo ma ormai è il Napoli stesso ad aver perso la testa. Il gol di Bakayoko nel finale è abbastanza casuale, ma la speranza è che almeno possa dare morale a una squadra in evidente crisi.

Sono tante le novità tra le file degli azzurri, tra queste la presenza dal primo minuto di Amir Rrahmani, difensore ex Hellas Verona che prende il posto di Maksimovic, autore di troppi errori con lo Spezia. Insigne è il primo a cercare  la via del gol, ma la palla termina di pochissimo a lato di Musso; anche l’Udinese si affaccia per due volte dalle parti di Meret con De Paul, ma la palla termina alta. Il Napoli parte bene e sembra essersi scrollato di dosso la sconfitta contro lo Spezia. Lozano è pimpante e al primo affondo al 13′ si guadagna un calcio di rigore concesso dopo ‘on field review’ e trasformato da Insigne. Nel frattempo Manolas si accascia a terra per un problema muscolare, al suo posto entra proprio Maksimovic. Dopo il vantaggio il Napoli ha due occasioni per raddoppiare ma in entrambe le circostanze Musso è bravo sia su Lozano che su Petagna. Con il Napoli in controllo ma con l’Udinese sempre pericolosa in ripartenza, Rrahmani commette un clamoroso errore al 28′ appoggiando corto per Meret: si inserisce Lasagna che fa 1-1. Il Napoli accusa il colpo e va in difficoltà: ci prova Pereyra ma sbaglia mira, e nel finale il tentativo di Stryger Larsen viene salvato dal portiere del Napoli con un piede.

Gattuso vede che Rrahmani è in evidente confusione, entra quindi Mario Rui con Di Lorenzo che viene spostato a centrale difensivo. Lasagna impegna Meret che respinge ancora di piede,e Insigne va vicino al gol ma la sua conclusione finisce di poco a lato. Gattuso inserisce anche Llorente e Elmas ma il Napoli non riesce a trovare il varco giusto per segnare il secondo gol. L’Udinese gestisce la fase difensiva e sembra, a un certo punto, accontentarsi del pari. Ma i friulani devono fare in conti con le capacità atletiche di Bakayoko che va più in alto di tutti e al 90’ segna il gol che decide la partita. L’Udinese non ha né il tempo, né la forza per riequilibrare il match, vince il Napoli che- almeno per il momento- invia riflessioni più serie su una crisi in atto.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Commento alla partita

rfwbs-slide