Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Atalanta – Juventus, tante decisioni contestate dalla Dea

Marino: “Fortunatamente Marelli non arbitra più, quello di Szczesny è un fallo da rosso e il fallo di mano di De Ligt è calcio di rigore”.

Atalanta – Juventus si  è conclusa con un pareggio ma il direttore generale dell’Atalanta Umberto Marino ha duramente contestato alcune decisioni arbitrali e ancor più l’opinione di Luca Marelli che, in qualità di ex arbitro interviene sugli episodi per DAZN. Proprio sul fallo di Hateboer su Danilo, che ha portato al giallo dell’olandese, ha dichiarato: “Decisione corretta. Ci sono elementi per il rosso come la gamba alta, i tacchetti esposti, la velocità. Ma Hateboer prende il pallone lontano dalla figura di De Sciglio e ha preso la gamba ‘scarica’, nel senso che non era a terra ma sollevata e il colpo è stato assorbito e nella dinamica generale il giallo sarebbe stato giusto”. Su Szczesny-Koopmeiners: “Episodio molto complesso, bisogna vedere tutta l’azione. Al momento del contatto ci sono due giocatori della Juve vicini al portiere e il pallone si allarga. Manca il cartellino giallo al completamento dell’azione, per sanzionare il comportamento imprudente di Szczesny”.

Polemica e dura la risposta di  Umberto Marino: “Fortunatamente Marelli non arbitra più, quello di Szczesny è un fallo da rosso e il fallo di mano di De Ligt è calcio di rigore”.

E di Luca Marelli si parlò anche in occasione di Sassuolo – Napoli per un fallo su Rrahmani ignorato dall’arbitro Pezzuto. Per Marelli, nulla di rilevante. Per Graziano Cesari (e non solo) “Sul goal del 2-2 neroverde c’è un netto fallo ai danni del Napoli”

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide