Seguici su
1606814839090918

Ciucceide

Arragliata pe la Sampadoria

A vvote manca ‘o ggènio, songo muolle, ma si ‘accunciammo nun ce sta cchiù scampo.

Arragliata pe la Sampadoria

Quanno ca simmo state a stu paese

Ca dalla gente Genova è chiammato

Cu quatto paccarune â genuvese

Li abbiamo, in taliano, stupetiati.

E poco mporta si stu Quaglierella

Nce ha mmiso dinto chella ddiece ‘e palla

Nuie ogge stammo allere e ttantu bello

Pecché stevamo nfunno e stammo a ggalla

Avimmo visto ‘o iuoco, hanno surato

Currenno a cca e a lla, se so’ mpignàte;

Se vere ca stu si’ Grattuso nuosto

‘e mmette sotto, ‘e ff’addeventà tuoste.

A vvote manca ‘o ggènio, songo muolle,

Ancappano palomme mmiez’ô campo

Nun teneno cchiù ‘a capa ‘a copp’ô cuollo:

ma si ‘accunciammo nun ce sta cchiù scampo.

*********************************

Arragliata per la Sampadoria

Allorquando noi siamo stati in questo paese

che dalla gente è chiamato Genova

con quattro grandi paccheri alla genovese

li abbiamo, dicendolo in italiano, rintronati..

E poco importa se questo Quagliarella

Ci ha messo dentro quella straordinaria palla,

noi oggi stiamo allegri e magnificamente bene

perché stavamo sul fondo e ora stiamo a galla

Abbiamo visto il gioco, hanno sudato

Correndo di qua e di la, si sono impegnati;

si vede che sto signor Gattuso nostro

li mette sotto, li fa diventare duri.

A volte manca la voglia, sono mollaccioni,

vanno per farfalle in mezzo al campo,

non tengono più la testa sopra il collo:

ma se l’aggiustiamo, non c’è più scampo per nessuno.

Carlo Avvisati

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Ciucceide

rfwbs-slide