Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Anche Bastoni e Calabria si fermano: Mancini chiama Ferrari e Zappacosta

Questa sosta è stata più faticosa delle precedenti e ancor più del mese degli Europei. Quasi un’altra squadra con altra testa

Ultimi due giorni in cui gli azzurri dovranno concentrarsi al massimo per strappare una qualificazione al mondiale Qatar che appariva meno complicato. La Svizzera ha invece lasciato in totale equilibrio la qualificazione diretta con un piccolo vantaggio di aver segnato un gol in trasferta, retaggio di una regola cancellata da quest’anno in tutte le Coppe Europee. Ma si andrà a Belfast con la certezza di vincere: e anche in questo caso servirà il pallottoliere potendo ipotizzare che anche la Svizzera avrà vita facile con la Bulgaria.

Il problema per Mancini sono gli infortuni che hanno spuntato le armi proprio nella partita decisiva con la Svizzera. Insigne non è stato colui che ha acceso la luce ma ha trovato il lancio per Di Lorenzo che ha permesso all’11 azzurro di potersi giocare l’asso di cuori in trasferta. E tuttavia questa sosta in generale è stata più faticosa delle precedenti e ancor più del mese degli Europei. Quasi un’altra squadra con altra testa. Ma non è difficile comprendere che il Campionato di Serie A chiede molto agli atleti, alcuni dei quali impegnati anche in Champions, Europa League e Conference. Cambiare “il ritmo della tensione e della pressione” rispetto all’avversario è già difficile se ciò avviene ogni tre giorni: staccare per indossare la maglia della Nazionale è un altro tipo di stress con timori di infortuni  e anche di stanchezza per viaggi lunghi e non sempre sereni.

Ora Mancini si ritrova altri uomini rispetto a quelli convocati  e ai “lungodegenti” si sono aggiunti altri come Immobile e Chiellini con un paio d’azzurri a mezzo servizio. Ultim’ora , alzano bandiera bianca anche Alessandro Bastoni e Davide Calabria  e il Ct chiama a raccolta Ferrari del Sasuolo e Davide  Zappacosta dell’Atalanta.

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide