Seguici su
1606814839090918

Altri sport

Alla scoperta di Gianmarco Tamberi, campione olimpico di salto in alto con la passione per il basket ed il rock

Nella storia olimpica resterà il siparietto con l’amico-rivale Barshim: “Two is better than one”, così il qatariano ha accettato di condividere l’oro ex aequo di fronte al giudice, dopo il pari merito nei salti

Gianmarco e Gianluca Tamberi

Gianmarco Tamberi è nato a Civitanova Marche il 1º giugno 1992. Soprannominato Gimbo, è figlio dell’ex saltatore in alto e primatista italiano Marco Tamberi (finalista a Mosca 1980), che è anche suo attuale allenatore. Ha un fratello, Gianluca, primatista italiano juniores del lancio del giavellotto, modello e attore (è stato Mister Italia nel 2012 e ha recitato, tra l’altro,  nella fiction Don Matteo) ed è nipote di quel nonno Bruno che nel 1939 saltò 1.86 per la per la società spezzina Gioventù italiana del Littorio, primato ligure sino al 1954.

Fidanzato con Chiara Bontempi (alla quale ha chiesto la mano prima di partire per Tokyo) Gimbo è grande amico del qatariano Barshim, l’atleta con cui ha deciso di condividere l’oro olimpico. I due, infatti, da rivali sono stati vicini l’uno all’altro nel momento peggiore degli infortuni: quello di Gimbo alla caviglia sinistra nel 2016 e quello di Brashim, due anni dopo, al tendine.

Caratterialmente stravagante ed esuberante (chi non ricorda la sua barba sfoggiata a metà durante le finali o i capelli tinti d’azzurro o biondo platino),  Last but not least Gimbo è un ragazzo pieno di sorprese: ha una grande passione per il Basket  – ha giocato a pallacanestro sognando l’Nba (non a caso dopo il 2.35 a Tokyo ha festeggiato mimando il gesto del tiro a canestro) ed è batterista rock del gruppo “The Dark Melody”, specializzato in cover di pezzi anni ’70.

 

 

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Altri sport

rfwbs-slide