Seguici su
1606814839090918

Altri sport

Irma Testa da Torre Annunziata è entrata di potenza nella storia delle Olimpiadi

Alla scoperta della vincitrice della prima medaglia olimpica del pugilato femminile italiano

Ultimata la sfilata degli atleti, già si pensa a Parigi e Irma Testa ha dichiarato : “Ora voglio cambiare colore a questa medaglia”.

Bronzo nel pugilato femminile ai Giochi di Tokyo, Irma Testa è una pugile della categoria dei pesi leggeri, prima pugile italiana a partecipare ad una Olimpiade, in occasione dei Giochi di Rio de Janeiro 2016.

Cresciuta nella difficile realtà di Torre Annunziata Irma, però, è arrivata a soli 23 anni a vincere anche la prima medaglia olimpica del pugilato femminile italiano, a Tokyo 2020. Ha dedicato la medaglia alla sua famiglia e a chi ha creduto sempre in lei: “Alla mia famiglia e ai miei maestri che mi hanno sempre aiutato, con me non è stato facile all’inizio, ero un talento ma mettevo poco impegno in quello che facevo, loro hanno aspettato che maturassi e fossi pronta per insegnarmi cosa fare per arrivare qui, è anche grazie a loro”. Parlando dei modelli a cui si ispira ha spiegato: “Chiunque ce la fa nella vita, riesce a riscattare un percorso travagliato, una storia difficile, per me quello è un modello”.

E ancora: “La maggior parte delle persone che fa pugilato ha una storia difficile, è considerato un po’ lo sport della rabbia quindi qualsiasi persona con cui mi confronto ha qualcosa da insegnarmi“. “È bello – ha aggiunto – perché con questa medaglia posso dimostrare ai ragazzi che vivono in zone come quella in cui sono cresciuta io che c’è un’altra strada, un’altra via, una possibilità, io l’ho trovata nello sport ma si può trovare nelle proprie passioni o in qualcosa in cui crediamo e a cui ci dedichiamo”.

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Altri sport

rfwbs-slide