Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Al-Hilal, 15 giocatori positivi ma la partita si gioca lo stesso

Suscita polemiche la decisione della Federcalcio che non ha rinviato la gara di Champions asiatica

Sebastian Giovinco e altri quattordici compagni di squadra dell’Al-Hilal, sono risultati positivi al Covid. Il club saudita, che aveva anche 6 componenti dello staff risultati positivi al tampone, aveva inoltrato la richiesta alla Federcalcio asiatica per rinviare il match contro gli iraniani dello Shahr Khodro.

La partita, valevole per la Champions Asiatica, si è però giocata lo stesso; la federazione ha infatti respinto la richiesta dell’Al-Hilal, poiché la squadra, avrebbe potuto utilizzare gli altri giocatori presenti in rosa.
E così i sauditi si sono presentati all’appuntamento con soli 14 calciatori a disposizione e diversi ragazzi del settore giovanile aggregati alla prima squadra. L’ Al-Hilal, seppur in emergenza è riuscita a strappare un pareggio che gli ha permesso di qualificarsi nel girone ed approdare alla fase ad eliminazione diretta.

La decisione della Federcalcio asiatica  fa seguito con quanto successo circa una settimana fa per la Coppa Libertadores: malgrado le proteste dei dirigenti del Boca Juniors, la Conmebol, l’organismo di controllo del calcio sudamericano e il ministero della salute paraguaiana, aveva concesso l’ok per il match contro il Libertad Asuncion, nonostante nelle fila degli argentini ci fossero diversi giocatori positivi anche se asintomatici.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide