Seguici su
1606814839090918

Editoriale

Al di là delle perplessità, tutte le big sono stanche

Non solo il Napoli di Gattuso, tutte le big sentono il peso di questo folle campionato

Un giorno lontano da Castel Volturno ci voleva e Gattuso ha colto il momento più opportuno per allentare la tensione palpabile che si percepisce da un po’ di tempo negli spogliatoi. Quel riferimento allo smanettare dei giocatori che il tecnico espresse ai microfoni di Sky, era l’allarme di un isolamento che si era avvertito anche in campo: e forse l’assenza di Mertens si è sentita ancor più come  come vero protagonista-collante del gruppo. Il gioco, il canto, lo scherzo come momenti di alleggerimento che si tramutano in energia. In un campionato folle com’è questo, anche ventiquattr’ore possono diventare determinanti perché il Napoli non è un’intelligenza artificiale e da sempre vive gli umori che possono condizionare.

Le vittorie di Udinese – Napoli e Napoli-Empoli, vanno un po’ a pareggiare le sconfitte di Inter-Napoli e Napoli-Spezia in cui il Napoli ha fallito l’obiettivo pur meritando la vittoria.

Il capitolo Coppa Italia è stato poi la grande sorpresa per tutte le big che hanno superato il turno dopo i supplementari e il Milan addirittura ai rigori, per non guardare in Germania dove il Bayern è stato eliminato dalla Coppa ai 16esimi. Colpa della stanchezza? Colpa della gara unica? Colpa del turnover? La verità è che in questo turno di ottavi che ancora continuerà il 19 e il 21 con Roma- Spezia e Lazio-Parma, la fatica per guadagnare i quarti si è sentita e ancor più le squadre impegnate per 120 minuti che giocheranno sabato (Torino) e domenica (Inter-Juventus)

Il Napoli con affanno, ma nei minuti regolamentari, ha alla fine avuto ragione di una delle due squadre di Serie B venuta a Napoli in cerca di esperienza con la testa libera, mentre il (Real)Sassuolo ha battuto non solo il palo ma anche la testa contro la Spal che renderà più agevole il cammino della Juventus verso le semifinali.

Due giorni ora per preparare la gara contro la Fiorentina che contro l’Inter è sembrata rigenerata dalla cura Prandelli; tuttavia il Napoli non dovrà pensare alla gara di mercoledì e Francesco Montervino, a radio Kiss Kiss lo conferma:

“Gennaro Gattuso, contro la Fiorentina, schiererà la formazione migliore. Il Napoli non può permettersi di perdere altri punti in campionato. Aurelio De Laurentiis è stato chiaro: il primo obiettivo degli azzurri, quello più importante e che non bisogna assolutamente mancare, è la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Se devi finire tra le prime quattro non puoi permetterti esperimenti.” A mercoledì ci penserà poi

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Editoriale

rfwbs-slide