Seguici su
1606814839090918

In primo piano

A valanga la Dea sullo Spezia

S’illude lo Spezia che va in vantaggio dopo 11 minuti con Nzolà, ma la Dea ne segna 5 agganciando l’Inter

ATALANTA – SPEZIA   5-2 ( 11°, 91° Nzola (S), 18°, 41° Pasalic (A), 35° rig. Zapata (A), 83° Muriel, 89° Malinovskyi, )

Dopo la pausa delle nazionali, riprende il campionato: la gara delle 15, vede di fronte la Dea di Gasperini ospitare lo Spezia. Inizio di gara di marca spezzina con gli ospiti  in vantaggio all’11° con Nzola che trona al gol dopo molto tempo; l’attaccante approfitta della deviazione sul palo e trafigge Musso.  Il vantaggio degli ospiti  dura pochi minuti perché al 18° arriva il pareggio bergamasco, l’azione parte da una buona invenzione di Zappacosta che offre una palla al bacio per Pasalic, che deve solo spingere in rete. Raddoppio Atalanta su calcio di rigore, al 35°: ci pensa Duvan Zapata a siglare dal dischetto, rigore ribattuto due volte a causa dell’ingresso anticipato di alcuni giocatori dello Spezia. Terzo gol dei padroni di casa, sempre con pasalic al 41°, che, indisturbato in area spezzina supera Provedel.  Nella ripresa, l’Atalanta riesce a gestire la partita, all’83° un super Pasalic confeziona l’assist per Muriel che sigla il quarto gol a fil di palo. All’89° quinto gol della Dea, ci pensa Malinovskyi che carica il mancino e sigla il quinto gol. In pieno recupero, secondo gol dello Spezia con Nzola, che sigla la sua doppietta personale. Grande prova di maturità per gli uomini di Gasperini che agganciano momentaneamente l’Inter al terzo posto.

 

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide