Seguici su
1606814839090918

In primo piano

A causa degli impegni delle nazionali, Federazioni fanno i conti con il covid

I contagiati spuntano in ogni nazionale, il calcio e campionati sono in difficoltà…

Non solo il Napoli ma tutti i club hanno sempre dovuto fare i conti con gli infortuni patiti durante gli incontri delle Nazionali. Milik, Mertens, Insigne, gli ultimi, ma oggi il vero nemico è il covid che si è insinuato nelle Nazionali come tutto lasciava prevedere. La Federcalcio ucraina ha comunicato la presenza di quattro giocatori ( Yarmolenko, Tsygankov, Kovalenko, Sydorchuk) e un membro dello staff risultati positivi al Coronavirus così che la gara di sabato della Uefa Nations League contro la Germania, in programma a Lipsia, è a rischio almeno fino all’esito dei nuovi tamponi che saranno effettuati oggi alle 14.

Anche la Federazione croata ha comunicato che Marcelo Brozovic è risultato positivo al Covid-19 nell’ultimo tampone effettuato in vista della partita di domani contro la Svezia valida per la Nations League. Il centrocampista nerazzurro è il primo ad aver contratto il virus dopo la positività di Vida accertata durante l’incontro, tra il primo e secondo tempo, con la Turchia.

La Nazionale dei ‘Faraoni’ dovrà fare a meno del suo numero 1, Salah,  risultato positivo all’ultimo giro di tamponi. “I test medici condotti in Nazionale hanno mostrato che Mohamed Salah è risultato positivo al Covid-19. Non ha sintomi e si trova in isolamento nella propria stanza”, la nota della Federcalcio egiziana

La Federcalcio danese ha dichiarato: ““Abbiamo sette giocatori che devono rimanere in Inghilterra e ne abbiamo convocati altri nove per la partita contro la Svezia. Stessa situazione, o quasi, per la Svezia che ha annunciato che ben 5 nazionali non avrebbero potuto partecipare al match per gli stessi motivi.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide